Giovedì convegno su rinnovabili e agricoltura

I nuovi scenari di crisi mondiale hanno portato a un aumento generalizzato dei costi.

In particolare il settore primario dell’agricoltura e dell’allevamento con questi aumenti stanno subendo i maggiori contraccolpi.

D’altro canto lo sviluppo di energie rinnovabili, che rappresentano una risposta concreta al caro energia e alla decarbonizzazione del Paese, procede a rilento.  Siamo ancora lontani dalle cifre necessarie a rendere autosufficienti la Regione e il Paese in vista degli obiettivi del 2030.

La risposta alle criticità del settore agricolo e di quello energetico può essere la stessa?

Lo sviluppo di fonti da energia rinnovabile è spesso dipinto come alternativo o addirittura in competizione con il mondo agricolo per l’uso di suolo.

Lo sviluppo di energie da fonti rinnovabili  può contribuire al potenziamento dell’agricoltura?

Esiste il modo per combattere l’aumento dei  prezzi e al contempo il cambiamento climatico?

A questa  e altre domande si prova a dare risposte domani a Sanluri al dibattito:  “Rinnovabili e agricoltura. Una collaborazione possibile nella lotta al cambiamento climatico e al caro-prezzi”.

L’appuntamento è alle 17 alla sala convegni del Polo culturale comunale Scolopi a Sanluri.

<In un territorio come il Campidano, a forte vacazione agricola, è necessario capire e informarsi sugli scenari futuri di sviluppo e innovazione ambientale – spiega il sindaco di Sanluri Alberto Urpi –  E’ un  processo che necessariamente deve passare investendo sulle energie rinnovabili attraverso una sinergia e un serio confronto tra il mondo industriale e quello agricolo che devono andare a braccetto in questo processo di sviluppo in chiave ambientale>.

Il dibattito è promosso da Sae Eventi ed è patrocinato dal Comune di Sanluri.

Dopo l’intervento del sindaco di Sanluri Alberto Urpi, sarà la volta degli assessori regionali di riferimento di questo dibattito: Anita Pili, Assessora regionale dell’Industria Regione e Gabriella Murgia, Assessora regionale dell’agricoltura.

A seguire l’intervento del prorettore alla ricerca e ingegnere elettronico Fabrizio Pilo, che parlerà di “Fonti da energia rinnovabili e agricoltura: agro-fotovoltaico ed eolico”. Successivamente parleranno due dirigenti Coldiretti: Luca Saba, Direttore Regionale parlerà di Sviluppo green in Sardegna e Giorgio Demurtas tratterà della compatibilità e della integrazione degli impianti fotovoltaici con le colture agricole esistenti alla luce dei cambiamenti climatici. Toccherà poi a Vincenzo Tiana, Responsabile energia Legambiente Sardegna ipotizzare l’isola come laboratorio di sviluppo delle rinnovabili. L’ultimo intervento sarà di Alberto Bigi, Chief Innovation & Development Officer Sorgenia che disegnerà un possibile modello di sviluppo in sinergia con i territori e l’agricoltura: agro-fotovoltaico e eolico. A seguire le domande del pubblico.

Il confronto verrà coordinato da Giuseppe Centore, giornalista della Nuova Sardegna.

 

Allegati